Possibile proroga al 7 luglio per i versamenti relativi al Modello Unico

Possibile proroga al 7 luglio per i versamenti relativi al Modello Unico

(Il Sole 24 Ore del 28 maggio 2014, pag. 39, di Giorgio Costa)

Nella giornata di ieri Rete Imprese Italia e il Dipartimento delle Finanze hanno chiesto al ministro dell’Economia e delle Finanze una proroga per il versamento delle imposte relative al Modello Unico 2014 per i contribuenti soggetti agli studi di settore.

Infatti, pur dando conto della tempestività della presentazione del software Gerico, sono state evidenziate alcune problematiche:

  • le software house stanno ancora lavorando ai prodotti applicativi per l’interazione con il nuovo software,
  • la data del 16 giugno è anche quella stabilita per il versamento dell’acconto della nuova Tasi per i Comuni che hanno provveduto ad approvare le delibere entro lo scorso 23 maggio; tale tributo, in fase di prima applicazione, sta creando rilevanti incertezze operative perché sono estremamente differenziate e complesse le modalità di calcolo della prima rata, infine,
  • il 6 giugno partirà la fattura elettronica obbligatoria per molti dei fornitori della P.A. con la sua portata di novità applicative.

L’ipotesi su cui si sta lavorando è quella dell’emanazione di un apposito D.P.C.M. con il quale venga previsto che il pagamento delle imposte e dei contributi possa avvenire, oltre la data del 16 giugno, senza versamento della maggiorazione dello 0,4 per cento. Se lo slittamento sarà di 20 giorni, la proroga sarà concessa al 7 luglio (il 6 è domenica).